Quali testi / opere sono stati persi a causa delle invasioni mongole di Baghdad?

Waqar Ahmad 09/13/2013. 1 answers, 218 views
middle-ages islam mongol-empire

Quali testi / opere sono stati persi a causa delle invasioni mongole di Baghdad? Baghdad era un centro per l'apprendimento e sembra esserci un'immensa perdita di letteratura durante il sacco di quella città, proprio come le perdite della biblioteca di Alessandria.

4 Comments
5 Sardathrion 09/13/2013
Ci dispiace, ma questo non può essere preso in considerazione. Per quanto ne so, non abbiamo una lista completa di testi che erano lì prima e dopo l'invasione.
4 Lennart Regebro 09/13/2013
È corretto che non ci sia una risposta, ma non sono sicuro che ciò significhi che la domanda debba essere chiusa. In altri casi "Nessuno sa" sembra essere stata una risposta accettabile.
2 Eugene Seidel 09/14/2013
Nel frattempo è stata data una risposta alla domanda. Sarebbe bello se gli elettori vicini ritirassero il loro voto.
o0'. 12/04/2013
@EugeneSeidel i voti ravvicinati non possono essere ritirati (sistema totalmente rotto), ma scadono comunque, come hanno fatto ora.

1 Answers


La principale biblioteca di Baghdad era Bayt al-Hikma , la Casa della saggezza . Un ottimo articolo sui suoi contenuti e attività è qui .

C'erano diverse fasi. All'inizio hanno appena interpretato il Corano. Poi hanno iniziato a tradurre opere straniere. Più tardi hanno iniziato a fare le proprie ricerche in chimica, algebra, medicina e altre discipline.

Dalla Britannica ho letto:

In quella stessa capitale fu fondata la grande biblioteca Bayt al-Ḥikmah ("Casa della saggezza"), che, fino al saccheggio della città dai Mongoli nel 1258, servì da enorme deposito per la serie di opere della tradizione ellenistica che sono stati tradotti in arabo. Al-Andalus divenne nel resto d'Europa un modello di una società in cui le religioni e le culture dell'Islam, del Cristianesimo e dell'Ebraismo potessero lavorare insieme e creare un sistema di studi e di insegnamento che potesse trasmettere l'eredità delle civiltà più antiche e il ricco patrimonio culturale mescolanza della società andalusa. La scienza occidentale, la matematica, la filosofia, la musica e la letteratura sono stati tutti i beneficiari di questa affascinante epoca, delle cui fasi finali il favoloso complesso del palazzo dell'Alhambra a Granada, in Spagna, rimane il segno più visibile.

C'erano anche dei testi matematici :

La successiva acquisizione di materiale greco fu molto avanzata quando il califfo al-Ma'mūn costruì un centro di traduzione e ricerca, la Casa della saggezza, a Baghdad durante il suo regno (813-833). La maggior parte delle traduzioni è stata fatta da studiosi cristiani e greci e siriaci, ma l'impulso e il sostegno a questa attività provenivano dai mecenati musulmani. Questi includevano non solo il califfo ma anche individui facoltosi come i tre fratelli noti come Banū Mūsā, i ​​cui trattati di geometria e meccanica formavano una parte importante delle opere studiate nel mondo islamico.

Delle opere di Euclide furono tradotti gli Elementi, i Dati, l'Ottica, i Fenomeni e le Divisioni On. Di Archimede 'funziona solo con due Sfera e Cilindro e Misura del Cerchio - sono noti per essere stati tradotti, ma questi erano sufficienti per stimolare ricerche indipendenti dal IX al XV secolo. D'altra parte, quasi tutte le opere di Apollonio sono state tradotte, e di Diofanto e Menelao un libro ciascuno, l'Arithmetica e la Sphaerica, rispettivamente, sono stati tradotti in arabo. Infine, la traduzione di Almagesto di Tolomeo fornì un importante materiale astronomico.

Tra gli scritti minori, il trattato di Diocle sugli specchi, gli studi di Teodosio, i lavori di Pappo sulla meccanica, il Planisphaerium di Tolomeo e i trattati di Hypsicles sui poliedri regolari (i cosiddetti Libri XIV e XV degli Elementi di Euclide) furono tra quelli tradotti.

Related questions

Hot questions

Language

Popular Tags